Coronavirus Covid-19: Sos Villaggi dei Bambini, “aiutateci a sostenere le spese extra”

Un appello per aiutare a fronteggiare l’emergenza coronavirus nei Villaggi e i Programmi Sos in cui sono attualmente accolti circa 500 bambini e ragazzi a Trento, Vicenza, Saronno, Ostuni, Mantova, Roma e due Programmi a Torino e in Calabria. Anche in queste strutture sono stati adottati tutti i provvedimenti necessari per tutelare la salute dei bambini e dei ragazzi ospiti dei Villaggi e Programmi Sos, quella degli operatori che lavorano e vivono accanto a loro, quella di tutto il personale dell’associazione nazionale. “Gli educatori e gli operatori – spiegano – sono impegnati costantemente nel sensibilizzarli e istruirli sulle regole da mettere in pratica a tutela della salute propria e degli altri membri della comunità. Una particolare attenzione è riservata agli aspetti psicologici dell’emergenza: i bambini e i ragazzi sono resi consapevoli, confortati e rassicurati”. I bambini e i ragazzi che manifestino sintomi influenzali vengono sottoposti a tempestivi controlli medici. Con il decreto del 9 marzo sono state escluse le loro uscite a patto che non rientrino nelle concessioni previste dalle ordinanze o urgenze mediche. Gli incontri con familiari, su indicazione delle istituzioni e su autorizzazione dei servizi sociali, sono stati sospesi e vengono gestiti solo esclusivamente per video chiamata. Sono state sospese le attività esterne di carattere sportivo, laboratoriale, ludico-ricreative e aggregative. Viene garantita un’attenzione a quanto disposto dalla scuola in termini di lezioni e di studio quotidiano a distanza attraverso strumentazione informatica. Sos Villaggi dei bambini sta sostenendo il costo delle ore di lavoro extra degli educatori e degli operatori e ha bisogno “di acquistare materiale sanitario per la sanificazione, come gel mani e prodotti per disinfettare tutte le superfici”. “Servono pc e device per garantire a tutti la possibilità di seguire le lezioni a distanza. Quasi tutte le scuole si sono attrezzate con l’e-learning e quando tutti e 6 i bambini hanno una lezione frontale, un solo pc per casa non è sufficiente. Per poter organizzare le giornate di bambini e ragazzi serve del materiale utile per fare dei laboratori e realizzare le attività ludico-creative a loro dedicate”. Tutti le info per le donazioni sul sito www.sositalia.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy