Coronavirus Covid-19: Iss, in calo da tre settimane la percentuale dei casi segnalati in età scolare

È “in leggera diminuzione da circa tre settimane la percentuale dei casi segnalati nella popolazione in età scolare (26%) rispetto al resto della popolazione. Nell’ultima settimana il 15% dei casi in età scolare è stato diagnosticato nei bambini sotto i 5 anni, il 39% nella fascia d’età 5-11 anni, il 46% nella fascia 12-19 anni. In leggero aumento il tasso di incidenza in tutte le fasce d’età. Stabile il tasso di ospedalizzazione in tutte le fasce d’età ad eccezione della fascia <5 anni in cui risulta in aumento, benché i dati riferiti all’ultima settimana siano da considerare in via di consolidamento”. È quanto si legge nel report “Covid-19: sorveglianza, impatto delle infezioni ed efficacia vaccinale” diffuso dall’Istituto superiore di sanità.
“L’efficacia del vaccino (riduzione percentuale del rischio nei vaccinati rispetto ai non vaccinati) nel periodo di prevalenza Omicron (a partire dal 3 gennaio 2022) nel prevenire la diagnosi di infezione da Sars-CoV-2 è pari al 52% entro 90 giorni dal completamento del ciclo vaccinale, 43% tra i 91 e 120 giorni, e 48% oltre 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale” mentre è “pari al 72% nei soggetti vaccinati con dose aggiuntiva/booster”; l’efficacia nel “prevenire casi di malattia severa è pari a 73% nei vaccinati con ciclo completo da meno di 90 giorni, 76% nei vaccinati con ciclo completo da 91 e 120 giorni, e 76% nei vaccinati che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 120 giorni”. Decisamente maggiore, pari al 92%, è l’efficacia nei soggetti vaccinati con dose aggiuntiva/booster.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy