Ucraina: Guterres (Onu) chiede un “cessate il fuoco immediato”

Un “cessate il fuoco immediato” nell’Ucraina orientale, nelle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk, è stato chiesto dal segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, durante un incontro a New York con la stampa. Donetsk e Lugansk hanno avuto lunedì il riconoscimento della Russia ma Guterres contesta il mancato rispetto di tutti gli accordi internazionali. “In questo momento critico, chiedo un cessate il fuoco immediato e il ripristino dello stato di diritto”, ha affermato Guterres. Il segretario generale Onu ha chiesto “moderazione” e “ragione” e la necessità di una “de-escalation”. Guterres è critico anche con la definizione usata dalla Russia di “operazione di pace” (peacekeeping), con la quale ha giustificato l’ingresso delle forze armate russe nei territori dell’Ucraina orientale: “Non sono affatto peacekeepers”. “La Carta delle Nazioni Unite non è un menu à la carte”, ha sottolineato, e la Russia deve “applicare tutti gli articoli” per quanto riguarda l’Ucraina. Il riconoscimento da parte di Mosca della “cosiddetta indipendenza” delle zone separatiste, ha detto, è stata “una violazione dell’integrità territoriale e della sovranità dell’Ucraina” e “un colpo mortale per gli accordi di Minsk”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy