Papa Francesco: udienza, “l’anziano non è materiale di scarto, è una benedizione per la società”

(Foto Vatican Media/SIR)

“Tutto quello di bello che ha la società è il rapporto con le radici, gli anziani. Io vorrei che con queste catechesi si capisca bene che l’anziano non è un materiale di scarto, è una benedizione per la società”. Con queste parole, pronunciate a braccio, il Papa ha concluso l’udienza di oggi, la prima dedicata alla vecchiaia. “Con queste catechesi sulla vecchiaia, vorrei incoraggiare tutti a investire pensieri e affetti sui doni che essa porta con sé e alle altre età della vita”, l’auspicio di Francesco, che ha proseguito a braccio: “E’ importante non solo che l’anziano occupi il posto di saggezza che ha, di storia vissuta nella società, ma anche che ci sia un colloquio con i giovani: questo ponte sarà la trasmissione della saggezza nell’umanità”. “Mi auguro che nel dialogo tra giovani e anziani gli anziani possano dare i sogni, e i giovani possano riceverli e portarli avanti”, l’augurio del Papa: “Non dimentichiamo che nella cultura e nella società gli anziani sono come le radici dell’albero, e i giovani sono i fiori e i frutti. Se non viene il succo dalle radici, mai potranno fiorire. Tutto quello che l’albero ha di fiorito viene da quello che ha dissotterrato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy