Diocesi: mons. Castellucci (Carpi), “la testimonianza missionaria di Lanzoni suscita ammirazione e gratitudine”

“La testimonianza missionaria di Luciano Lanzoni suscita in tutti noi ammirazione e gratitudine”. Lo ha affermato il vescovo di Carpi, mons. Erio Castellucci, aprendo ieri sera un incontro pubblico a Carpi, ricordando il missionario scomparso ieri. “Ho conosciuto Luciano lo scorso anno al rientro per un periodo di riposo dopo aver subito un’aggressione. Inutilmente i suoi superiori gli avevano consigliato di non rientrare così presto. Ma lui era animato da una tale forze e da un desiderio di donarsi fino all’ultimo per gli ultimi a lui affidati che appena possibile rientrò in Madagascar”.
La diocesi di Carpi attraverso il Centro missionario diocesano invita alla preghiera in suffragio per Lanzoni in ogni parrocchia nel corso delle celebrazioni di domani, domenica 20 giugno. Il vescovo Erio Castellucci presiederà la messa alle 11.15 nella chiesa della parrocchia di Quartirolo, dove sarà presente don Stefano Torelli, superiore dei Servi della Chiesa. Nella giornata di oggi alle 19 sempre nella chiesa parrocchiale di Quartirolo ci sarà la preghiera del Rosario.
Don Stefano Torelli, superiore dei Servi della Chiesa, ha comunicato che oggi, sabato 19 giugno, alle 14 sono state celebrate le esequie in Madagascar e il corpo verrà tumulato nella missione dove risiedeva. Sempre oggi alle 19 a Masone di Reggio Emilia, nella casa madre dei Servi della Chiesa, sarà celebrata la messa in suo suffragio e domani alle 21 sarà recitato il Rosario.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy