Rosario Livatino: la camicia del giudice indossata nel giorno dell’agguato sarà reliquia per la beatificazione

La Curia di Agrigento ha chiesto e ottenuto in via temporanea l’affidamento della camicia indossata dal giudice Rosario Livatino al momento dell’agguato del 21 settembre 1990 in cui ha perso la vita. Fino a oggi ha costituito un “reperto” nei diversi processi in Corte d’Assise a Caltanissetta. Lo stesso presidente ha emesso un decreto di concessione di quella che sarà una reliquia del magistrato beatificato ad Agrigento, domenica 9 maggio.
La richiesta della Curia agrigentina risale a qualche tempo fa e adesso si è concretizza con la firma del relativo decreto in corso di notifica con la consegna della camicia azzurra diventata rossa per il sangue della vittima. Con molta probabilità l’effetto personale del martire sarà mostrato ai 200 invitati ammessi alla funzione religiosa che si svolgerà nella cattedrale di Agrigento e sarà trasmessa in diretta da Raiuno.
Nel frattempo dovrà essere decisa la futura sorte del “reperto/reliquia” rimasta custodita negli armadi blindati del Tribunale di Caltanissetta per 31 anni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy