Terremoto 2009: Curcio (Protezione civile), “il pensiero di quanto accaduto a L’Aquila riporta alla mente il dolore e l’impegno”

“Dolore e impegno. Il pensiero di quanto accaduto a L’Aquila, 13 anni fa, riporta alla mente queste due parole. Il dolore di chi ha perso tutto, di chi da quella tragedia è stato colpito in prima persona, e quello provato da chi in città è arrivato per portare aiuto”. Lo ha detto, oggi, il capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, nel tredicesimo anniversario del terremoto a L’Aquila.
“E, insieme al dolore, l’impegno delle donne e degli uomini del Servizio nazionale giunti nel capoluogo abruzzese che, senza risparmiarsi mai, hanno lavorato nel soccorso e nell’assistenza a quei cittadini che avevano perso affetti e case”, prosegue Curcio. “Ma oggi il pensiero è rivolto anche all’impegno della popolazione abruzzese, alla tenacia e alla resilienza con cui hanno percorso, grazie a un importante patto tra le istituzioni, il progetto di rinascita della Città e dei borghi”, conclude il capo del Dipartimento della Protezione civile.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy