Vita consacrata: accolte al monastero di Grandate (Co) cinque suore provenienti dal monastero benedettino di Gallarate 

Quella di giovedì 10 febbraio, festa di Santa Scolastica, è una giornata di gioia per le monache Benedettine dell’adorazione perpetua del Santissimo Sacramento di Grandate. Nella giornata di ieri hanno infatti accolto – in forma privata – cinque suore provenienti dal Monastero Benedettino di Gallarate dove si è conclusa una presenza iniziata nel 1965. Ad accompagnarle è stato don Andrea Scaltritti, collaboratore della Comunità pastorale di Gallarate. «Dopo aver sperimentato il tempo della fioritura – avevano spiegato qualche mese fa le suore di Grandate -, ora tutte e due le comunità stanno vivendo la stagione della povertà di forze, della diminuzione numerica. Il filo rosso della Provvidenza sta compiendo perciò un nuovo ricamo, lavorando all’unione». Da qui la decisione di aprire le porte del monastero comasco alle cinque monache che «si uniscono a noi per continuare insieme ad essere nella Chiesa la voce della Sposa che loda e intercede». All’arrivo, avvenuto ieri con una semplice processione in cui le monache di Gallarate hanno portato con sé la statua della Madonna che si trovava nel loro convento (vedi foto) – è seguita oggi la presentazione ufficiale alla comunità in occasione della celebrazione per la festa di S. Scolastica. La comunità di Grandate con i nuovi ingressi conta oggi una trentina di monache.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy