Sud Sudan: Caritas italiana, dossier a 9 anni dall’indipendenza. “Una pace a singhiozzo”

Il Sud Sudan festeggia il 9 luglio la sua indipendenza. Al più giovane Stato al mondo, nato dopo lo storico referendum del 2011 e che vive ancora oggi una difficile situazione politica e sociale, Caritas italiana dedica il suo 58° Dossier con dati e testimonianze “Pace a singhiozzo. Un popolo stremato dalla guerra, in un continente affamato dalla pandemia”, disponibile online sul sito www.caritas.it. Per il Sud Sudan questi nove anni sono stati difficili: una guerra civile che ha lasciato centinaia di migliaia di morti, una popolazione stremata e in fuga con milioni di sfollati interni e di rifugiati che gravano su Paesi vicini altrettanto fragili, un territorio privo di infrastrutture importanti e con ricchissime risorse naturali che non riescono a garantire sicurezza e stabilità, un lento processo di pace, tra firme di accordi e cessate il fuoco mai rispettati, più volte rinviati e sfociati sempre in nuovi scontri di cui pagano le conseguenze tanti poveri. “Una crisi tra le più dimenticate – commenta Caritas italiana -, ma non da Papa Francesco, e da tanti esponenti della Chiesa rimasti con la gente a prendersi cura di questa ‘casa comune’ così martoriata. Hanno alzato le loro voci, appellandosi al perdono e al dialogo per il superamento delle divisioni etniche e degli interessi di pochi e tornare a quella unità che si cementò nel lungo periodo di lotta per l’indipendenza dal vicino Sudan”. La crisi è stata aggravata dalla pandemia di Covid-19 che accresce la fame più di quanto non affolli i pochi ospedali. Caritas italiana ha un impegno trentennale nella regione a sostegno delle fasce più vulnerabili e dei milioni di sfollati interni e rifugiati in altri Paesi, in appoggio alla Chiesa locale e in coordinamento con la rete Caritas internazionale. Dal 2016 a oggi, l’intervento si è intensificato grazie ai molteplici contributi della Cei con fondi 8 per mille e grazie al collegamento con diverse realtà locali. Attualmente e per i prossimi anni, l’impegno più importante è il sostegno al piano triennale di Caritas Sud Sudan nelle sette diocesi del Paese. Complessivamente dal 2011 ad oggi sono stati impiegati oltre 4,6 milioni di euro.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy