Acli: Roma, ritorna il corso antitruffa per anziani. In 4 anni formati 3.500 nonni

Riparte il corso antitruffa dedicati agli anziani, promosso dalle Acli di Roma e provincia, in collaborazione con la Federazione anziani e pensionati e con il patrocinio della Polizia di Stato, negli spazi della chiesa di Santa Maria in Campitelli. L’iniziativa si svolge rispettando tutte le norme sanitarie, con alcuni anziani presenti sul posto e altri collegati via web, per permettere il distanziamento fisico. A tenere il primo incontro un rappresentante della Polizia che ha aiutato gli anziani a riconoscere i tipi più frequenti di truffa ai quali possono essere esposti e ha dato qualche consiglio su come cercare di evitarli. Presente anche una psicologa, che ha parlato del contrasto alla paura e alla vergogna per chi è rimasto vittima di truffe.
Da 4 anni le Acli di Roma e provincia hanno avviato questo percorso antitruffa rivolto agli anziani, raggiungendone in totale oltre 3.500 attraverso oltre 200 ore di corso in 40 sedi a Roma e provincia, tra parrocchie, centri anziani, circoli Acli e altro. Quello svolto è stato il primo di una serie di appuntamenti della #FaseEstate delle Acli di Roma, che rappresenta un prosieguo e sviluppo di “Distanti ma vicini”, iniziative messe in campo fin dai primi momenti del lockdown per prendere in carico la persona a tutto tondo dai bisogni primari all’esigibilità dei diritti, fino all’accoglienza e all’orientamento con il servizio di segretariato sociale. “Con l’obiettivo di tornare a valorizzare le relazioni vive, in completa sicurezza – dichiara Lidia Borzì presidente delle Acli di Roma -, abbiamo deciso di confermare l’impegno delle Acli di Roma anche nel periodo estivo al fine di stringere le maglie della protezione sociale al fianco dei più fragili nella speranza che si possa al più presto tornare alla normalità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy