Coronavirus Covid-19: Gaeta, la diocesi attiva un fondo straordinario di 500mila euro per famiglie e parrocchie in difficoltà

Ammonta a 250mila euro il fondo straordinario per l’emergenza Covid-19 che l’arcidiocesi di Gaeta ha messo in campo a favore delle famiglie in difficoltà, attingendo a fondi Cei 8xmille, secondo modalità di assegnazione ed erogazione stabilite dall’arcivescovo Luigi Vari, in accordo con il Consiglio dei presbiteri e nel rispetto delle indicazioni operative della Cei. “Nei giorni trascorsi il nostro animo si è trovavo sospeso nell’ascolto dei numeri, che parlavano di infetti, positivi e purtroppo di decessi – afferma il vicario generale dell’arcidiocesi di Gaeta, don Mariano Parisella –. Ora che l’orizzonte diventa più rasserenante, altri numeri vengono ad affollare la nostra mente, di natura economica. Serviranno grandi impegni finanziari e riforme strutturali, ma nel frattempo c’è bisogno di prendere per mano le persone e accompagnarle, assicurando loro il giusto respiro per affrontare il domani”. Tramite parroci e Caritas parrocchiali si presenta il proprio bisogno. I moduli arrivano alla Caritas diocesana, che invia la documentazione all’Economato per l’erogazione degli aiuti, con un’attenzione particolare a famiglie vittime di ingiustizie, dai lavoratori in nero a chi è in affitto in nero e non accede a sovvenzioni pubbliche. Una quota viene destinata alle vittime di usura e sovraindebitamento. Altri 250mile euro saranno destinati alle parrocchie in difficoltà, “per il riavvio della vita parrocchiale” e “progetti mirati ad attività oratoriali, pensando a come la Chiesa può mettersi al fianco delle famiglie in questo tempo”, aggiunge don Parisella.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy