Fondo Gesù Divino Lavoratore: card. De Donatis, “non vogliamo solo erogare un contributo economico”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Non vogliamo solo erogare un contributo economico: vogliamo restituire dignità a coloro che a causa della perdita del lavoro sono caduti nello scoraggiamento pensando di non farcela”. Così il card. Angelo De Donatis, vicario generale del Papa per la diocesi di Roma, ha presentato oggi, dal Palazzo Lateranense, il Fondo Gesù Divino Lavoratore istituito da Papa Francesco, tramite la sua diocesi, per aiutare chi si trova in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria in corso. “Le istituzioni hanno compiuto un grande sforzo, in questa fase di emergenza, per non fare mancare a nessuno beni di prima necessità e altre forme di sostegno”, ha detto il cardinale: “Inauguriamo il progetto Alleanza per Roma, che vede oggi la posa della prima pietra e di cui Fondo non è che un primo e importante strumento”. “La comunità di Roma – ha assicurato De Donatis – vuole essere sale e lievito della società, testimone della cultura dell’incontro e strumento di incontro e di dialogo per soluzioni condivise che coinvolgano istituzioni e persone di buona volontà per il perseguimento del bene comune”. “Il termine ‘alleanza’ – ha fatto notare il porporato – ha un forte valore teologico, che ci fa sentire ancora più forte la responsabilità del nostro impegno. Anche la nostra comunità ecclesiale vive la missione che Dio gli ha affidato, accanto al santo popolo di Dio. Contribuendo come comunità cristiana al Fondo Gesù Divino Lavoratore e al progetto di Alleanza per Roma vogliamo raccogliere l’invito rivolto dal Papa a tutti i cittadini di Roma, a tutte le istituzioni civili, politiche ed economiche e all’associazionismo, per una collaborazione attiva e senza pregiudizi che possa contribuire con coraggio a superare le gravi criticità del momento presente. Tutti possiamo aderire”.

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy