Noticum: sulla rivista missionaria digitale la madre generale delle comboniane racconta la figura di suor Maria de Coppi. “Martire della Laudato si'”

È online il numero di ottobre di Noticum, la rivista digitale della fondazione Missio. Su questo numero, in primo piano, il Festival della Missione che si è tenuto a Milano da giovedì 29 settembre a domenica 2 ottobre: interviste, commenti e link a relazioni da questo appuntamento della missionarietà italiana. Nelle pagine a seguire il cammino sinodale della chiesa italiana, con l’approfondimento di don Marco Testa, direttore del Cum di Verona. E poi la voce ai partenti per la missione che stanno frequentando il corso al Cum: sono 33, “segno – si legge – che la chiesa italiana crede e sostiene l’invio ad gentes in nome del vangelo”. Seguono le pagine continentali, con notizie dal mondo che arrivano dai missionari, un’intervista a suor Luigia Coccia, madre generale delle missionarie comboniane che “racconta l’uccisione e descrive la figura di suor Maria de Coppi, la comboniana uccisa da terroristi a Chipene, nel Mozambico, il 6 settembre scorso”. “Aveva 83 anni ma con lo spirito di una giovane. Non dimostrava la sua età. Donna solare, l’abbiamo già definita martire della Laudato si’, per il suo impegno per la salvaguardia del creato. Era appassionata in quello che faceva, curava le coltivazioni, gli ortaggi, trasmettendo una passione infinita”. Il racconto prosegue: “aveva degli occhi vivissimi che ti colpivano. Dal 1963 era in Mozambico, la sua vita era là. E’ stata provinciale, ha vissuto una vita travagliata in mezzo a guerre, guerriglie, attacchi. Era lei provinciale quando uccisero suor Teresa dalle Pezze. E’ stata vittima di agguati. In uno di questi, fuggendo era svenuta, un militare la prese e la mise al riparo ma le sue scarpe rimasero sulla strada, la gente le riconobbe e si diffuse la notizia della sua morte. La gente piangeva, ma dopo due giorni suor Maria ricomparve. Per questo quando le prime notizie delle suore di Chipene parlavano del corpo di suor Maria a terra non abbiamo diffuso subito la notizia della sua morte. Speravamo succedesse come quella volta, che suor Maria dopo un po’ si rialzasse, ma purtroppo non
è stato così”.
Qui Noticum di ottobre da sfogliare e scaricare.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy