Natale: mons. Nolè (Cosenza), “è la promessa di Dio mantenuta, ogni anno ci ricorda questo suo esserci accanto”

“Il Natale è la promessa di Dio mantenuta, ed ogni anno ci ricorda questo suo esserci accanto”. Lo ha scritto mons. Francesco Nolé, arcivescovo di Cosenza-Bisignano, nel messaggio per il Natale alla diocesi.
“Contemplando il bambinello nel presepe ci è ricordato, attraverso questo segno, che Dio ci vuole bene, ci cerca, ci viene incontro, ci ama e si carica delle nostre difficoltà”, ha aggiunto il presule, che ha evidenziato come “ci lascia soli nemmeno in questa terribile prova segnata dal Covid-19”. Per mons. Nolè, “Egli ci visita e ci viene incontro, ci fa fare Natale nella liturgia, nelle relazioni familiari, nella carità che sapremo esercitare anche in questa occasione”. L’arcivescovo bruzio ha sottolineato che “il senso profondo di questa festa è la fedeltà del Signore, la sua continua disponibilità per noi: il Signore è fedele sempre, anche quando non riusciamo a percepirlo e siamo distratti dalle fatiche del nostro vivere. Il Signore non ci dimentica, non ci lascia, è presente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy