Comunicazione: Corrado (Cei), “strade nuove” grazie a “lettura attenta della realtà e parole di speranza”

“Punto di svolta o vicolo cieco? La domanda – non scontata o retorica – aiuta a focalizzare meglio il tema della responsabilità in questo tempo inedito, guardando al futuro”. Lo scrive il direttore dell’Ufficio nazionale per le Comunicazioni sociali della Cei, Vincenzo Corrado, nella sua riflessione pubblicata sulla newsletter settimanale. Il direttore dell’Ufficio Cei ricorda le parole del card. Gualtiero Bassetti, introducendo i lavori del Consiglio episcopale permanente. “Lontani dall’essere nostalgici, lamentosi o ripiegati su improbabili scorciatoie – ha detto tra l’altro il cardinale –, sentiamo la responsabilità di affrontare strade nuove, lungo le quali ridisegnare il volto della nostra presenza ecclesiale”. “È qui – sottolinea Corrado – che entra in gioco la creatività, unica forza propulsiva per non restare all’angolo, ingabbiati dal ‘si è sempre fatto così’”. Un discorso, questo, che “interpella anche quanti sono impegnati nella comunicazione”. “Il punto di svolta passa da una lettura attenta della realtà e da parole che comunicano speranza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy