Papa Francesco: udienza, “la vita di San Giovanni Paolo II sia un esempio per i cristiani di oggi”

(Foto Vatican Media/SIR)

“La sua vita, edificata sulla preghiera profonda, intensa e fiduciosa sia un esempio per i cristiani di oggi”. È il saluto del Papa ai fedeli polacchi, collegati via streaming per seguire l’udienza, ai quali ha ricordato il centenario della nascita di San Giovanni Paolo II, che in Polonia si celebra con diverse iniziative. “Pastore di grande fede, egli amava affidare a Dio nella preghiera la Chiesa e tutta l’umanità”, il ritratto di Francesco: “Scegliendo il motto episcopale ‘Totus Tuus’, ha anche mostrato che nei momenti difficili dobbiamo rivolgerci alla Madre di Dio, che può aiutarci e intercedere per noi”. Salutando i fedeli di lingua italiana, il Papa ha ricordato la festa, “ormai vicina”, dell’Ascensione del Signore, esortando tutti “ad essere testimoni generosi del Cristo Risorto, ben sapendo che Egli è sempre con noi e ci sostiene lungo il cammino”. “Gesù Cristo, ascendendo al cielo, lascia un messaggio e un programma per tutta la Chiesa”, ha aggiunto nel saluto speciale ai giovani, agli anziani, ai malati e agli sposi novelli: “Andate e ammaestrate tutte le nazioni… insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato”. “Far conoscere la parola di salvezza di Cristo, e testimoniarla nella vita quotidiana, sia il vostro ideale e il vostro impegno”, la consegna. Salutando, poco prima, i fedeli di lingua portoghese, Francesco ha esortato a “pregare il Rosario ogni giorno”, in questo mese di maggio dedicato a Maria, “imparando dalla Madonna ad avere uno sguardo contemplativo verso tutti gli avvenimenti della nostra vita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy