Decreto Rilancio: Uecoop, “bene il raddoppio del bonus baby sitter, 3 bimbi su 4 senza asilo”

“Con 3 bambini su 4 che non hanno il posto al nido, il raddoppio del bonus baby sitter a 1.200 euro è una boccata d’ossigeno per le famiglie che non hanno a chi affidare i figli durante l’orario di lavoro”. Lo afferma l’Unione europea delle cooperative (Uecoop) riferendosi ai dati Istat in relazione alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto Rilancio che prevede risorse alle famiglie anche per la gestione dei figli a casa, negli asili o nei centri estivi durante l’emergenza Covid-19. “L’assistenza ai bambini è una spesa che nel triennio – spiega Uecoop – ha registrato un aumento del 27% con risposte diversificate sul fronte dei servizi a livello nazionale per quei 3,4 milioni di bambini che hanno un’età compresa fra gli 0 e i 6 anni”.
L’Unione europea delle cooperative afferma inoltre che “di fronte alla situazione di difficoltà che stanno vivendo le famiglie, le cooperative sociali con servizi di assistenza ai minori si stanno organizzando con protocolli sanitari che consentano di svolgere le attività in sicurezza per i bambini, i genitori e gli stessi operatori”. “Per la ‘fase 2’ di nido e materne – continua Uecoop – l’idea è organizzare un sistema a turni per classi e operatori in modo da gestire gli spazi nella maniera più razionale e sicura. Le cooperative che si occupano di servizi socio-assistenziali, socio-sanitari ed educativi in Italia sono circa 7.000 – ricorda – e danno lavoro a oltre 300mila persone”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy