Ramadan: mons. Tisi (Trento), “coltiviamo insieme il sogno di poter costruire un mondo più bello”

“Coltiviamo insieme il sogno di poter costruire un mondo più bello, nel quale gli uomini e le donne si riscoprano fratelli e sorelle”, lavorando insieme per “una pace più vera”. È l’auspicio espresso da mons. Lauro Tisi, arcivescovo di Trento, nel suo messaggio alle comunità islamiche presenti in Trentino, alla vigilia dell’inizio del loro mese di Ramadan, domani 24 aprile.
Il presule accosta la festa di Pasqua, cuore della fede cristiana, al periodo più importante dell’anno per i fedeli musulmani, entrambi condizionati dal “tempo sospeso” dell’emergenza Coronavirus. “Una sospensione – sottolinea mons. Tisi – che non ha risparmiato nemmeno il vostro e il nostro radunarci come assemblea che prega, che rende lode all’Onnipotente, che vive la fraternità dell’incontro”.
“Che sia un Ramadan benedetto! Che sia per tutti noi un tempo benedetto dal Dio della misericordia!”, conclude l’arcivescovo nel suo augurio. Parole di fraternità che, nell’“agenda del dialogo interreligioso”, fanno seguito alla visita dei rappresentanti delle comunità islamiche a mons. Tisi, nel dicembre scorso, per i loro auguri di Natale alla Chiesa trentina.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy