Coronavirus Covid-19: Polonia, la religiosità ai tempi della pandemia. Boom di ascolti per le messe on line

Sono oltre due milioni i polacchi che, adeguandosi alle limitazioni disposte dai vescovi a causa della pandemia Covid-19, seguono la trasmissione della messa della domenica sul primo canale della tv pubblica: lo rende noto l’Istituto statistico della Chiesa cattolica che analizza come il coronavirus influisca sulla religiosità delle persone. La funzione trasmessa dallo stesso canale alle ore 7 viene seguita da circa 1,5 milioni di persone. È possibile poi, in orari diversi, seguire le messe domenicali anche attraverso altri canali delle tv sia locali sia nazionali. Molte celebrazioni vengono, inoltre, trasmesse via internet e su Facebook. Secondo gli ultimi dati dell’Ufficio nazionale di statistica relativi al 2018, il “61 per cento di polacchi sono impegnati, in varia misura, nelle attività a carattere religioso” e sentono “la propria appartenenza alla Chiesa, comunità ecclesiale o associazione religiosa”. Il maggiore impegno caratterizza soprattutto gli ultra 65enni, mentre i meno impegnati sono le persone tra i 25 e i 34 anni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy