Coronavirus Covid-19: mons. Santoro (Taranto), “la fede non fugge via dalla realtà ma trasforma ogni prova in occasione di salvezza”

“La nostra arcidiocesi si adeguerà con grande rispetto ad ogni indicazione che verrà dalle autorità competenti. Ad oggi mi sento solo di raccomandare tutto ciò che attiene al buon senso, bandendo ogni forma estremista dettata dalla disinformazione, soprattutto quando certi comportamenti sono causa di allarmismo, di offesa e peggio ancora di razzismo”. A Taranto arriva il primo caso di coronavirus – il test è stato trasmesso all’Istituto superiore di sanità per la conferma di seconda istanza e si è in attesa della conferma ufficiale – e mons. Filippo Santoro, arcivescovo della diocesi ionica, scrive alla comunità. “Stiamo vivendo un’emergenza sanitaria che desta molte preoccupazioni. La comunità cristiana, che nel periodo quaresimale ricalca l’immagine del popolo d’Israele nell’esodo verso la terra promessa, deve trainare tutti nella direzione della comunione, della fiducia in Dio, della solidarietà. La fede è, nella sua natura, opposta al panico e alla paura e vive la profonda fiducia nel Dio che salva, non fugge via dalla realtà ma trasforma ogni prova, anche la più dura, in occasione di salvezza”. Poi i consigli ai parroci e ai fedeli: “Consiglio ai parroci di lasciare vuote le acquasantiere, di invitare i fedeli a scambiarsi il gesto di pace evitando il contatto fisico e che la Comunione sia distribuita sulle mani”. Infine, una raccomandazione di preghiera: “In comunione con i nostri fratelli e sorelle che vivono la malattia o l’isolamento, il nostro primo compito è quello di pregare. Raccomando perciò la preghiera del Rosario, in famiglia e nelle nostre parrocchie, con l’intenzione per i contagiati, per le persone che vivono i disagi correlati, per le istituzioni, per i medici, per gli operatori sanitari e per gli scienziati ricercatori. Rechiamoci tutti, anche se solo spiritualmente, con la preghiera, nel nostro santuario diocesano di Taranto vecchia, dove veneriamo l’icona di Maria Salute degli infermi, la Madonna della Salute. In questo momento particolare abbiamo bisogno di ricorrere alla sua intercessione Raccomando a tutti, insieme al santo Rosario, la preghiera della Madonna della Salute”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy