Infanzia: De Palo (Forum Famiglie), “assegno unico è investimento sul futuro chiesto dal Next Generation Eu, non un costo in più a bilancio”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Tutelare i diritti di bambini e dei ragazzi vuol dire anche investire concretamente su di loro per cambiare le tendenze culturali che negli ultimi decenni hanno portato alla crisi delle nascite nel nostro Paese. L’assegno unico e universale, in questo quadro, non è un punto-elenco in più della spesa pubblica improduttiva. Nessun provvedimento della manovra 2020, anzi, è più strategico e risponde meglio alla chiamata del Next Generation Eu rispetto al futuro che vogliamo dare ai nostri figli”: così il presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, Gigi De Palo, in occasione della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
“L’assegno – prosegue il presidente del Forum Famiglie – offre all’Italia l’occasione di puntare sulle nuove generazioni. Non a caso, tutti gli Stati europei più avanzati se ne sono dotati da tempo. I 209 miliardi di euro del Recovery Fund, così come i 100 miliardi dei decreti anti Covid, non ce li sta dando l’Europa, ma li abbiamo chiesti in prestito ai nostri figli. Questa Giornata ci ricorda quanto sia importante creare le premesse affinché essi possano crescere in maniera più dignitosa. Per la prima volta, con l’assegno, i soldi verrebbero spesi per i bambini e i ragazzi intesi come bene comune”. Ecco “perché chiediamo che l’assegno venga completato da una riforma fiscale che metta finalmente al centro le famiglie e il loro impegno per la crescita dei figli”, conclude De Palo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy