Inghilterra: Westminster, la diocesi si impegna a raggiungere entro il 2030 zero emissioni da tutti i suoi edifici

Farà di tutto la diocesi di Westminster, in Inghilterra, perché entro il 2030 le parrocchie e gli edifici della curia siano a emissioni zero. Incoraggerà anche le scuole a fare altrettanto. L’impegno è stato ufficialmente dichiarato, si apprende dal sito della diocesi che “da diversi anni sta lavorando per abbandonare la dipendenza dai combustibili fossili e per attuare politiche che promuovano un futuro più verde”. È stato approntato un piano articolato, che ruota attorno a quattro pilastri. Il primo verte sulle fonti di energia pulita: dal 2017 la diocesi si sta spostando verso fonti più pulite di elettricità e gas e, attualmente, “il 100% della fornitura di energia elettrica proviene da fonti verdi, così come il 70% della fornitura di gas”, ma l’obiettivo del 100% non è lontano con l’espansione del mercato del biogas. Il secondo pilastro riguarda gli investimenti, con la decisione di disinvestire completamente entro la fine del 2021 dalle società di servizi elettrici e di combustibili fossili che non hanno adottato alcuna misura per gestire le proprie attività in linea con l’Accordo di Parigi. Il terzo pilastro riguarda le emissioni di carbonio dall’uso di energia nelle parrocchie e negli edifici diocesani con due percorsi: ridurre i consumi ed eliminare il carbone bruciato. Abbattere i consumi è responsabilità di “ognuno di noi, è una conversione”; eliminare il carbone “richiederà la modifica dei sistemi di riscaldamento in tutte le proprietà” legate alla Chiesa. “Ci impegniamo ad aiutare le parrocchie lungo questo percorso e ci concentreremo sull’aiutare quelle parrocchie, che hanno un consumo energetico più elevato al momento, a trovare la soluzione giusta”, dice la diocesi. E il quarto pilastro riguarda la generazione di energia pulita, per esempio installando pannelli solari. Tutto ciò “non è un processo facile, ma questa è una chiamata e una responsabilità per tutti noi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy