Povertà educativa: Capella (Sos Villaggi dei Bambini), “condiziona la vita dei ragazzi, combatterla è una battaglia di civiltà”

“La campagna ‘Il futuro è in gioco’ racconterà, attraverso 15 pillole-video, l’Olimpiade quotidiana dei bambini e ragazzi accolti nei Villaggi Sos che, anche attraverso lo sport, possono guardare al futuro con passione e speranza”: lo ha dichiarato, oggi, Roberta Capella, direttore di Sos Villaggi dei Bambini, in occasione della presentazione dell’iniziativa a Roma.
Dal 25 luglio all’8 agosto, attraverso il numero 45590, si potrà donare la cifra di 2 euro con sms, oppure di 5 o 10 euro chiamando da telefono fisso. Si potrà sostenere con un piccolo contributo il progetto “Il futuro è in gioco”, per combattere la povertà educativa in Italia restituendo a centinaia di bambini in difficoltà l’istruzione che meritano.
Durante il periodo di campagna sarà attivato un contest social attraverso i canali Facebook e Instagram dell’organizzazione durante il quale molti volti celebri inviteranno i propri follower a sostenere la raccolta fondi del progetto. Gli utenti che aderiranno all’iniziativa dovranno scattarsi una foto ripetendo il gesto simbolico del cuore, inserire nel post l’hashtag #donacolcuore e taggare la pagina social di Sos Villaggio dei Bambini.
Alla campagna hanno aderito numerose Federazioni sportive nazionali: Federazione italiana nuoto (Fin); Federazione italiana tiro con l’arco (Fitarco); Federazione italiana rugby (Fir); Federazione italiana pallavolo (Fipav); Federazione italiana sport equestri (Fise).
“La pandemia ha peggiorato notevolmente le disparità nell’accesso all’istruzione in quanto la didattica a distanza, senza sostegni e mezzi, non solo non garantisce il diritto allo studio, ma aumenta il gap tra chi vi ha accesso e chi no. All’interno dei Programmi e Villaggi Sos in Italia sosteniamo centinaia di bambini e ragazzi affinché abbiano accesso a un’istruzione di qualità, impegnandoci quotidianamente a supportare oltre 800 persone, tra bambini, ragazzi e i loro genitori, per far sì che la didattica a distanza non lasci nessuno indietro”, ha aggiunto Capella. “La povertà educativa condiziona la vita di bambini e ragazzi, privandoli di opportunità preziose e combatterla è una battaglia di civiltà che ci deve vedere tutti coinvolti. Dal 25 luglio all’8 agosto si potrà inviare un sms del valore di 2 euro al 45590 per sostenere i progetti educativi dell’organizzazione. Abbiamo bisogno del contributo di tutti: il poco di tanti da mettere in comune”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy