Turismo: Istat, nel 2017 consumo interno pari a 154 miliardi di euro. Italiani hanno speso 37 miliardi per viaggi all’estero

Considerando tutte le componenti il totale del consumo turistico interno nel 2017 risulta pari a più di 154 miliardi di euro, in crescita del 5,5% rispetto a quanto rilevato nel 2015. È quanto comunica oggi l’Istat diffondendo il “Conto satellite del turismo per l’Italia” relativo all’anno 2017.
Stando ai dati diffusi, nel 2017 gli italiani hanno speso più di 37 miliardi di euro per viaggi all’estero. Il 93% di questo importo è stato sostenuto per viaggi con pernottamento, la cui spesa è destinata per il 75,0% ai prodotti tipicamente turistici, in particolare all’alloggio (32,1%) e alla ristorazione (14,2%).
In Italia, nel 2017, il flusso turistico raggiunge la considerevole cifra di 700 milioni di pernottamenti presso strutture ricettive varie o in case di parenti e amici, e si distribuisce equamente tra italiani e stranieri. La spesa giornaliera dei turisti stranieri che pernottano in Italia è pari a 137 euro.
L’Istat sottolinea poi che dalle attività legate al turismo deriva il 6% del valore aggiunto. “Per determinare il valore aggiunto del turismo – viene spiegato – bisogna considerare in primo luogo il valore aggiunto generato dall’insieme delle industrie attive nelle attività economiche riconducibili al turismo, che nel 2017 è stato di circa 210 miliardi di euro, pari al 13,4% del totale”. Le imprese che producono questi risultati sono più di un milione, di cui il 90% è costituito da micro imprese incluse nella fascia 1-4 addetti. A queste imprese corrispondono più di 4 milioni di posizioni lavorative che rappresentano il 15% dell’occupazione nazionale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy