This content is available in English

Droghe: Oedt ed Europol, nonostante il lockdown il traffico tra Stati Ue è proseguito senza interruzioni

Che cosa sia successo al mercato della droga ai tempi del Covid-19 lo racconta un rapporto pubblicato oggi dall’Agenzia europea per la droga (Oedt) ed Europol che hanno lavorato insieme poter capire meglio gli sviluppi di questo traffico nel tempo del lock-down. Secondo il rapporto, sono saliti i prezzi, ci sono state carenze locali e meno purezza per alcune droghe, mentre si è registrata una “continua violenza tra fornitori e distributori”. “I gruppi della criminalità organizzata restano attivi e resilienti, e hanno adattato i modelli di trasporto, le rotte del traffico e i metodi di occultamento”, alle limitazioni imposte dalla pandemia. A incontrare più ostacoli la distribuzione, a seguito delle misure di distanziamento sociale. Ma “consumatori e rivenditori si stanno sempre più rivolgendo a metodi alternativi, incluso l’uso di mercati darknet, piattaforme di social media e app di comunicazione crittografate, con pagamenti senza contanti e meno interazioni faccia a faccia”. A non aver subito interruzioni è “lo spostamento di grandi quantità di droghe tra gli Stati membri dell’Ue, nonostante i controlli alle frontiere, a causa del continuo trasporto commerciale di merci attraverso l’Europa”. Se la droga non ha più potuto viaggiare con gli aerei, ha continuato a farlo sulle navi ai livelli del pre-pandemia e in alcuni Paesi si sono registrati un numero di sequestri di cocaina persino superiore ai livelli del 2019. Quanto all’eroina non si è fermata lungo molte delle rotte note (ad es. la rotta dei Balcani). Il mercato della cannabis che vola in Europa dal Marocco, ha avuto dei vuoti con conseguente aumento dei prezzi. L’unico calo dei consumi si è registrato per le droghe sintetiche utilizzate in contesti ricreativi. “L’effetto economico della crisi renderà probabilmente alcune delle nostre comunità più vulnerabili sia ai problemi legati alla droga sia al coinvolgimento del mercato della droga”, ha evidenziato il direttore dell’Oedt, Alexis Goosdeel, mentre “la crescita del commercio online e delle comunicazioni crittografate metterà a dura prova le forze dell’ordine”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy