Natale 2020: Mazzocato (Udine), “il vero ‘vaccino’ è Gesù che nasce”

“Apriamo a Gesù i pensieri, gli stati d’animo e i desideri che portiamo nel cuore in modo che egli possa versarvi una goccia di quell’amore che solo lui può donare. Questo è il vero ‘vaccino’ che immunizza la nostra anima da tristezze e rassegnazioni e rinvigorisce in noi il desiderio di vivere e di amare”. Lo scrive nel suo messaggio di Natale mons. Andrea Bruno Mazzocato, arcivescovo di Udine, constatando come “sotto la prova perdurante della pandemia anche noi, come i pastori, giungiamo a Natale con pensieri e stati d’animo appesantiti da paure ed incertezze”. “Nei cuori – osserva – rischia di accumularsi un senso di stanchezza interiore, come nebbia silenziosa. Chi è stanco tende spontaneamente a chiudersi in se stesso, ad essere sempre contento e a reagire in modo irritato e accusatorio verso gli altri. Se ci lasciamo trascinare su questa strada il virus avrà ottenuto la sua vittoria spingendoci al ripiegamento su noi stessi e allontanandoci gli uni dagli altri”. Tra le persone da non dimenticare, conclude mons. Mazzocato, “raccomando i parenti e i conoscenti che il contagio del virus ci ha strappato, impedendoci anche di stare loro accanto nel momento della morte. Possiamo donare loro un prezioso atto d’amore che si chiama preghiera di suffragio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy