Consiglio d’Europa: protezione minori contro gli abusi e diritti dell’infanzia, pubblicazioni e tutorial on line

In vista della Giornata europea per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali (18 novembre) e poi la Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia (20 novembre), il Consiglio d’Europa ha pubblicato o riproposto in questi giorni una serie di strumenti in relazione al digitale e ai pericoli che il mondo virtuale può presentare per i più giovani. È stata pubblicata pochi giorni fa una guida intitolata “Essere genitori nell’era digitale” che si propone di offrire “strategie genitoriali positive” sia per rispondere alle situazioni in cui si trovano i figli, ma anche per avere essi stessi comportamenti digitali virtuosi. Dedicato al tema specifico della giornata contro gli abusi sessuali sui minori – “prevenire e attenuare i rischi connessi alle immagini e/o ai video a sfondo sessuale autoprodotti dai minori”, il cosidddetto “sexting” – il Consiglio ha riproposto un tutorial (https://player.vimeo.com/video/242210734) che mette in guardia, adulti e minori, sul fatto che una volta inviata o postata la propria foto di se stessi, “se ne perde il controllo per sempre”.
Dati europei a cui il Consiglio fa riferimento, ma che risalgono al 2014, dicono che 1 persona su 3 nella fascia d’età tra i 14 e i 18 anni ha esperienza di “sexting”, per farsi notare, per attirare l’attenzione o perché “costretti” (14% dei casi). Ma come già aveva segnalato Europol lo scorso giugno, i “predatori sessuali” durante il tempo del Covid hanno preso di mira sempre più i bambini, per ottenere immagini o denaro.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy