Coronavirus Covid-19: Fondazione Onda, un premio per le donne impegnate in prima linea nell’emergenza

L’emergenza nazionale che ha coinvolto il Paese ha messo a dura prova gli ospedali, ma il personale sanitario è rimasto in prima linea svolgendo il suo prezioso lavoro di assistenza e cura. Per celebrare le donne impegnate in prima linea nella gestione dell’epidemia di Sars-Cov-2, Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, ha istituito il premio “Donne e Covid-19”. Il riconoscimento verrà assegnato da un comitato composto da medici e da esperti di settore – tra cui il presidente Giorgio Fiorentini – sulla base delle segnalazioni ricevute dagli ospedali di donne, tra cui medici, infermiere, ostetriche, tecnici di laboratorio e psicologhe, che hanno avuto un ruolo determinante, in relazione all’epidemia, nella propria struttura sanitaria. L’iniziativa è aperta agli ospedali con i Bollini rosa, riconoscimento che Fondazione Onda attribuisce agli ospedali vicini alle donne e anche alle altre strutture ospedaliere a livello nazionale interessate, che potranno segnalare una candidata (o un gruppo di massimo tre donne) entro il 31 luglio tramite il sito www.bollinirosa.it. Il premio ‘Donne e Covid-19’ è un’opportunità per ringraziare tutte le donne che hanno avuto un ruolo chiave nella gestione di questa vera e propria emergenza sanitaria distinguendosi per il loro essenziale contributo”, afferma la presidente della Fondazione Francesca Merzagora. Il premio verrà consegnato in occasione del IV Congresso nazionale di Fondazione Onda “L’aderenza diagnostica e terapeutica nell’era Covid-19. Come promuoverla in funzione del genere e dell’età”, che si terrà il 29 e 30 settembre a Milano, in versione virtuale e residenziale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy