Coronavirus Covid-19: Commissione Ue, riviste procedure per asilo, rimpatrio e reinsediamento migranti

Anche le norme dell’Ue in materia di asilo, le procedure di rimpatrio e il reinsediamento sono state ricalibrate dalla Commissione che oggi ha adottato degli “orientamenti” alla luce delle mutate condizioni legate alla pandemia di coronavirus. Il vicepresidente per la promozione del nostro stile di vita europeo, Margaritis Schinas, ha affermato che le indicazioni sono un supporto agli Stati membri per “utilizzare la flessibilità delle norme dell’Ue, al fine di garantire il più possibile la continuità delle procedure e nel contempo la protezione della salute e dei diritti delle persone”. Se è cambiato “drasticamente il nostro modo di vivere nelle ultime settimane, non lo devono fare i nostri valori e principi”. Gli orientamenti sono stati preparati con il sostegno dell’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo (Easo) e dell’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (Frontex) e in collaborazione con le autorità nazionali. Nella video-conferenza settimanale dei ministri degli Affari interni che si è svolta oggi, si è discusso anche degli ultimi aggiornamenti in materia di migrazione e gestione delle frontiere nel contesto dell’epidemia di coronavirus.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy