Quaresima: mons. Spinillo (Aversa), “la nostra meta un’umanità che ha tanta fiducia nell’amore di Dio da sviluppare carità”

Nel continuare il santo cammino verso la Pasqua, la seconda domenica di quaresima ci offre di soffermarci sulla trasfigurazione di Gesù. La parola di Matteo, che spezziamo il prossimo 8 marzo, ci presenta Gesù che “si rivela all’umanità come il figlio prediletto del Padre”. Egli, ci dice mons. Angelo Spinillo, è “il figlio prediletto perché in tutto ha orientato la sua vita alla comunione con la volontà di Dio”. Il percorso della Quaresima ci fa intravedere la meta verso cui siamo diretti: “Un’umanità che ha tanta fiducia nell’amore di Dio da sviluppare, in tutti i suoi passi, quella carità capace di trasfigurare il volto delle persone”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy