Coronavirus Covid-19: diocesi Genova, cinquanta posti letto a disposizione degli operatori sanitari in una casa accoglienza

Albergatori e arcidiocesi di Genova disponibili per dare ospitalità al personale più a rischio: medici, infermieri, operatori sociali che chiedono un posto in cui dormire lontano dalla famiglia, per evitare di essere veicolo inconsapevole di infezione da Coronavirus. Alla chiamata hanno risposto moltissime strutture – ha fatto sapere l’associazione Federalberghi – che si sono dette disponibili ad ospitare il personale sanitario. Per quanto riguarda l’arcidiocesi, dopo la richiesta fatta dall’assessore ai Servizi sociali, Francesca Fassio, l’arcivescovo ha messo a disposizione del Comune, attraverso la Caritas diocesana, la casa di accoglienza del seminario, in salita Cavallo 104. La struttura, che è separata dal seminario, può ospitare circa cinquanta persone in piccole stanze indipendenti, ciascuna dotata di bagno. “Un segno concreto – ha dichiarato il card. Angelo Bagnasco – che si unisce ad altri segni di vicinanza e di sostegno messi in atto dall’arcidiocesi e dalla Chiesa che è in Italia in questo tempo di prova per l’intero Paese, uniti alle iniziative di preghiera per i malati e per chi li assiste quotidianamente con impegno e professionalità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy