Coroanvirus Covid-19: una bambina telefona alla Polizia per ringraziare loro e i medici impegnati nell’emergenza

foto dal video di Polizia di Stato

L’emergenza sanitaria causata dall’epidemia di coronavirus Covid-19 che costringe le persone in casa, non riesce però a fermare gli animi gentili come quello di Noemi, una bambina che ha chiamato il centralino della Polizia di Viterbo per testimoniare la sua vicinanza e il suo affetto alle forze dell’ordine e ai medici, soprattutto in questo momento. La telefonata è stata pubblicata dalla Polizia di Stato in un video dove si sente l’operatore 23 rispondere alla vocina di una bambina che chiede il permesso di leggere una lettera di ringraziamento: “Cari poliziotti, vi volevo dire che il vostro è un bellissimo e rischioso lavoro e vi state dando tanto da fare, soprattutto con questa emergenza del coronavirus. State passando di strada in strada a dire a tutti i cittadini di rimanere in casa, anche se purtroppo alcune persone non rispettano le regole. Continuate ad essere meravigliosi e un grande grazie ai medici che anche loro stanno facendo un faticoso lavoro per cercare di salvare tante persone malate. Un grazie a tutti voi da Noemi, vi voglio tanto bene”. Ai grazie dell’operatore durante la telefonata, si aggiungono anche quelli della Polizia di Stato: “Ci uniamo al suo grazie a tutti i medici e agli infermieri impiegati nell’emergenza. Ai bambini che ci sono vicini con il loro affetto diciamo di giocare a casa. Presto potremo incontrarci nuovamente tutti in strada e potremo salutarci, abbracciarci e fare foto, passando ancora tanti bei momenti insieme”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy