Papa Francesco: Querida Amazonia, vescovi siano “più generosi” nel mandare preti in Amazzonia

foto SIR/Marco Calvarese

In Amazzonia, “specialmente nelle sue foreste e luoghi più remoti, occorre trovare un modo per assicurare il ministero sacerdotale”. A ribadire tale urgenza, emersa a più riprese durante il Sinodo sull’Amazzonia dell’ottobre scorso, è il Papa, nell’esortazione apostolica “Querida Amazonia”. “I laici potranno annunciare la Parola, insegnare, organizzare le loro comunità, celebrare alcuni Sacramenti, cercare varie espressioni per la pietà popolare e sviluppare i molteplici doni che lo Spirito riversa su di loro”, prosegue Francesco: “Ma hanno bisogno della celebrazione dell’Eucaristia, perché essa fa la Chiesa”. Una “pressante necessità”, quella di sacerdoti che celebrino l’Eucaristia, che porta il Papa ad esortare “tutti i vescovi, in particolare quelli dell’America Latina, non solo a promuovere la preghiera per le vocazioni sacerdotali, ma anche a essere più generosi, orientando coloro che mostrano una vocazione missionaria affinché scelgano l’Amazzonia”. Nello stesso tempo, secondo Francesco, “è opportuno rivedere a fondo la struttura e il contenuto sia della formazione iniziale sia della formazione permanente dei presbiteri, in modo che acquisiscano gli atteggiamenti e le capacità necessari per dialogare con le culture amazzoniche”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy