Diocesi: Novara, 190 eventi tra musica e arte per l’edizione 2020 di “Passio”

Si aprirà a Novara, il 26 febbraio – mercoledì delle Ceneri –, alle 17, “Passio 2020” con un evento simbolico che sottolinei il legame tra la città dell’Uomo e la città di Dio. Le composizioni floreali, offerte dall’amministrazione comunale alla Chiesa novarese il 22 gennaio durante la festa patronale, saranno portate in corteo con la partecipazione del vescovo, del sindaco e delle autorità civili fino in piazza Duomo. L’annuncio stamani in vescovado, a Novara, durante la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2020 di “Passio. Cultura e arte attorno al mistero pasquale”. Un itinerario attraverso la Quaresima sino a Pasqua, che si snoderà in 190 appuntamenti sul territorio diocesano, fino al 19 aprile. Titolo di quest’anno, “Fra cielo e terra. Città dell’Uomo, città di Dio”, ispirato al De Civitate Dei, una delle più note opere di sant’Agostino. A condurre l’incontro, il vescovo di Novara, mons. Franco Giulio Brambilla, con il presidente del comitato Passio don Silvio Barbaglia. “In questo sta la bellezza della città – ha spiegato mons. Brambilla -: custodisce il bisogno di vita degli uomini, ma deve aprirsi all’alto che illumina la vita formicolante sulla faccia della terra. L’amore di sé, la promozione della vita, del lavoro dell’uomo, dei buoni legami, della prossimità accogliente vanno vissute come forme dell’amor sui, ma per essere spazio di autentica socialità hanno bisogno dell’amore di Dio, della fonte zampillante di carità, di misericordia, di perdono, di comunione, di tutte le forme dell’amor Dei”. Nel corso del primo evento, il 26 febbraio, sarà inaugurata anche l’immagine in alta definizione dell’opera “Passione di Cristo” del pittore fiammingo Hans Memling, realizzata da FattoreArte. Nel duomo, il vescovo, alle 18, presiederà la celebrazione eucaristica con l’imposizione delle Ceneri. Tra gli altri eventi in programma, mostre, laboratori artistico-esperienziali dedicati alle scolaresche e momenti musicali e di teatro nella chiesa di San Nazzaro, ma anche i quattro Quaresimali della cattedrale: appuntamenti di riflessione e preghiera, che in quattro venerdì (6, 13, 20 e 27 marzo) saranno dedicati a quattro città simbolo – Gerusalemme, Roma, Assisi e Istanbul – che saranno esplorate dal giornalista Fulvio Scaglione, dallo storico Franco Cardini, dall’economista Stefano Zamagni e dal domenicano padre Claudio Monge. Presieduti da mons. Brambilla, questi incontri di catechesi saranno trasmessi in diretta streaming in 25 sale parrocchiali.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy