Vittorio Bachelet: Casellati, “tramandare ai giovani l’esempio di rettitudine morale che riversò nel ruolo di servitore dello Stato”

“Giurista, accademico, intellettuale, vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura e presidente dell’Azione Cattolica negli anni del Concilio Vaticano II, Vittorio Bachelet ispirò tutta la sua attività professionale, politica e istituzionale ai valori della Costituzione e della sua radice cristiana: commemorarne oggi la figura, nel giorno del 40° anniversario dalla scomparsa, vuol dire tramandare ai più giovani l’esempio di rettitudine morale che riversò nel ruolo di servitore dello Stato”. Lo ha dichiarato il presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in occasione del 40° anniversario dell’assassinio di Vittorio Bachelet per mano delle Brigate Rosse.
“Fu ucciso sulle scale della Facoltà di Scienze politiche all’Università La Sapienza di Roma da un commando delle Brigate Rosse, in uno dei periodi storici più bui della storia della Repubblica – ha proseguito la seconda carica dello Stato – durante il quale il terrorismo, nel tentativo di colpire al cuore lo Stato e le istituzioni, uccise alcuni dei suoi uomini migliori, prima di essere sconfitto dalla risposta civile e democratica del Paese, della politica, delle istituzioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy