Antonio Megalizzi: lancio della Fondazione, “nata per parlare di Europa, politica, giornalismo”. Due giorni di eventi a Trento

La Fondazione Antonio Megalizzi, formalmente nata il 3 dicembre 2019, ora si presenta ufficialmente con una serie di eventi che si svolgeranno a Trento il 13-14 febbraio. La fondazione è nata per “parlare di Europa, di politica, di giornalismo, di attualità in contesti come scuole, università, associazioni della società civile, per stimolare quanto più possibile la conoscenza delle istituzioni europee e del mondo che ci circonda”. Così porterà avanti il sogno e il lavoro di Antonio, il giovane giornalista ucciso nell’attentato terroristico di Strasburgo nel dicembre 2018. A Trento ci saranno tre momenti: giovedì 13 al mattino, avverrà l’inaugurazione di una stele alla memoria di Antonio Megalizzi, nel giardino del palazzo Paolo Prodi, sede dell’università, alla presenza di una serie di autorità tra cui il rettore, l’assessore all’istruzione, il sindaco di Trento, il vicario don Marco Saiani, la presidente della fondazione Luana Moresco. Nel pomeriggio verrà presentato il libro “Il sogno di Antonio” di Paolo Borrometi, mentre il giorno successivo si svolgerà, nel Palazzo della Provincia, la cerimonia di presentazione della Fondazione Antonio Megalizzi, promossa insieme con la famiglia da Fnsi, Provincia autonoma e Comune di Trento, Università di Trento, Sindacato giornalisti del Trentino Alto Adige, Usigrai e associazioni Articolo 21 e Europhonica – Raduni.
A questo evento saranno presenti, fra gli altri il presidente del Parlamento europeo David Sassoli, l’ex presidente Antonio Tajani, l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, il presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana, Giuseppe Giulietti, e Amanda Luisa Guida, responsabile editoriale di Europhonica – Raduni, la radio per cui lavorava Antonio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy