Vittorio Bachelet: Sassoli (Parlamento Ue), “testimone di speranza, persona buona. Oggi possiamo dire che le sue idee hanno vinto”

(Strasburgo) “Alle 11,50 di oggi, 40 anni fa, Vittorio Bachelet, giurista brillante e vicepresidente del Csm, veniva ammazzato dalle Brigate rosse appena terminata la sua lezione universitaria alla Sapienza”. Lo ricorda da Strasburgo, sulla sua pagina facebook, il presidente dell’Europarlamento David Sassoli. Che annota: “Amava il diritto, la sua famiglia e le gite in montagna”. Il presidente aggiunge: “Vittorio Bachelet era un testimone di speranza e una persona buona. Sono passati 40 anni: oggi possiamo dire che le sue idee hanno vinto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy