Diocesi: Firenze, morto a 96 anni mons. Corso Guicciardini. Successore di don Facibeni, era stato colpito dal Covid

La diocesi di Firenze piange la scomparsa di mons. Corso Guicciardini, morto oggi a 96 dopo aver contratto il Covid-19. Nato il 12 giugno 1924, Guicciardini era l’erede spirituale di don Giulio Facibeni per essere stato scelto dallo stesso per proseguire nella guida dell’Opera Madonnina del Grappa. Ne divenne il successore nel 1958. Come ricorda “Toscana Oggi” in un articolo pubblicato sull’edizione on line, “parroco per sedici anni di San Giovanni Evangelista, a Empoli, era tornato nuovamente a Firenze nel 2006 per guidare ancora l’Opera, di cui era presidente. Da allora aveva avviato una lunga stagione di apostolato nel penitenziario di Sollicciano insieme al cappellano don Vincenzo Russo. La sua era una presenza amata, avvertita come autorevole e confidente”.
Nel 2013 aveva ricevuto il Fiorino d’Oro, massima onorificenza del Comune di Firenze. Cinque anni dopo era stato pubblicato “Don Corso Guicciardini, passare dalla cruna dell’ago” a cura di Carlo Parenti e pubblicato da Gabrielli editore con la prefazione dei cardinali Gualtiero Bassetti e Giuseppe Betori. Nel libro, attraverso la diretta testimonianza di don Corso, si ripercorreva gran parte della storia della città di Firenze negli ultimi cento anni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy