Ue: Comitato economico e sociale, ruolo società civile e città di fronte agli shock imprevisti

Si sono aperti oggi a Bruxelles i lavori della plenaria del Comitato economico e sociale europeo (Cese), che ha tra i temi portanti dei due giorni di confronto quello del “ruolo della società civile organizzata e delle città nella resilienza e nella ripresa da shock asimmetrici e crisi impreviste”. A dialogare con i delegati è oggi pomeriggio Ivan Bartoš, vicepremier ceco. A seguire nel pomeriggio un dibattito sulle “Pmi in Europa, sfide e prospettive” con il ministro belga David Clarinval, Véronique Willems, segretaria generale della SMEunited, e Isabelle Schömann, della Confederazione europea dei sindacati (Etuc). Domani invece, ospite della plenaria sarà il vicepresidente della Commissione europea Margaritis Schinas per discutere di “politiche sanitarie e assistenziali efficienti, accessibili e adatte al futuro nell’Ue”; si discuterà poi di “condizioni di lavoro decenti in tutto il mondo” con Heinz Werner Koller, direttore regionale per l’Europa dell’Organizzazione internazionale per il lavoro (Ilo). Al voto in questi giorni una serie di “pareri”, su temi che vanno dall’energia alla difesa, dalla protezione dell’infanzia all’occupazione e le imprese. I lavori si possono seguire in diretta streaming.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy