Incontro vescovi e sindaci del Mediterraneo: Conferenza episcopale Toscana, “possa essere segno di riconciliazione e pace”

I vescovi della Conferenza episcopale Toscana si sono riuniti lunedì scorso all’Eremo di Lecceto, in provincia di Firenze, per la loro assemblea. Ne dà notizia oggi la stessa Cet spiegando che tra i tanti argomenti affrontati, come prima cosa, sono stati analizzati i temi al centro dell’ultima riunione del Consiglio permanente della Cei. Tra questi, i vescovi toscani si sono soffermati in particolare sulle prospettive aperte per il Cammino sinodale: tutte le diocesi toscane sono già impegnate in questo Cammino e i vescovi hanno ribadito la loro attenzione a questo percorso della Chiesa tutta e di quella italiana in particolare.
A tal proposito, i vescovi toscani si stanno preparando a due prossimi importanti appuntamenti: l’Assembla della Cei, in programma nel prossimo mese di maggio per l’appunto sul tema sinodale e, prima ancora, il convegno sul Mediterraneo terra di pace in programma dal 23 al 27 febbraio a Firenze, che sarà concluso da Papa Francesco con la celebrazione della santa messa e l’Angelus nella basilica di Santa Croce. La Cet sottolinea “l’importante segnale di attenzione che il Santo Padre darà alla Toscana con questa ulteriore presenza nella regione”, informa una nota. Dal Convegno dei vescovi, e da quello contemporaneo dei sindaci che si riuniranno a Palazzo Vecchio, la Cet auspica che “possa davvero venire un segno di riconciliazione e di pace per tutto il Mediterraneo, secondo l’opera e l’impegno per la fraternità fra i popoli di cui è stato importante esempio il venerabile Giorgio La Pira”. “Come lui – hanno detto i vescovi – auspichiamo che da questi incontri possano esserci quei segni di speranza nel Mediterraneo le cui sponde devono unire e non separare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy