Scuola: Siena, da Rotary e Rotaract 10 pc portatili alla Caritas diocesana per studenti in difficoltà

Il Rotary Club Siena, in collaborazione con il Rotaract, di fronte all’aumento costante dei contagi da Covid-19, si è impegnato non solo con iniziative in ambito sanitario, ma anche con progetti nel campo dell’istruzione, rivolti soprattutto agli studenti che devono seguire le lezioni in Dad (didattica a distanza). I due club hanno immediatamente accolto la richiesta e hanno donato 10 personal computer, fissi e portatili, adatti in particolare per gli studenti costretti dalla pandemia a collegarsi da casa per seguire le lezioni.
Parte attiva delle comunità in cui opera e ben inserita nel territorio, la Caritas diocesana di Siena-Colle Val D’Elsa-Montalcino si è impegnata nella individuazione delle scuole con un maggior numero di studenti in disagio educativo, spesso appartenenti a famiglie con difficoltà economiche aggravate dalla pandemia. I computer sono stati ufficialmente consegnati alla Caritas con una sobria cerimonia, visti i tempi condizionati dal virus, dal presidente del Rotary Club Siena, Elisabetta Miraldi, e dal presidente del Rotaract Club Siena, Fabiola Papaleo, alla presenza del cardinale arcivescovo di Siena-Colle Val D’Elsa-Montalcino, Augusto Paolo Lojudice.
“La collaborazione con il Rotary Club Siena ci fornisce risorse preziose per contribuire a rendere le nostre iniziative nell’emergenza più impattanti e sostenibili”, sottolinea il porporato.
“Abbiamo rilevato vari casi – spiega la responsabile del Centro ascolto della Caritas diocesana di Siena-Colle Val D’Elsa-Montalcino, Anna Ferretti – in cui la famiglia è composta da 3 figli o anche più, ma in casa c’è un solo computer; dunque solo uno dei ragazzi può seguire le lezioni in Dad in maniera proficua, gli altri sono costretti ad utilizzare il cellulare, che non è sicuramente il dispositivo più idoneo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy