Solidarietà: il Cese lancia il premio europeo “La società civile contro la Covid-19”

Sono aperte le candidature al Premio per la solidarietà civile, un riconoscimento che il Comitato economico e sociale europeo (Cese) attribuirà alle iniziative “creative ed efficaci realizzate da cittadini, organizzazioni della società civile e società private che si sono distinti per il loro contributo eccezionale per far fronte all’emergenza Covid-19 e alle sue molteplici e gravi conseguenze, rafforzando così la solidarietà europea e contribuendo a creare un’identità europea fondata su valori comuni dell’Ue” spiega il bando. Perché “inestimabile è stato lavoro svolto dalla società civile europea e da un gran numero di persone durante la crisi”, dimostrando “una solidarietà senza precedenti”. Le candidature sono aperte fino al 30 settembre, 29 premi a disposizione, per un importo di 10.000 euro ciascuno per iniziative realizzate sul territorio dell’Ue o del Regno Unito, perché “il Cese vuole dimostrare che non intende rompere i legami con la società civile di questo ex Stato membro”, spiegano da Bruxelles. Il premio per la solidarietà sostituisce quest’anno il “il premio per la società civile” che il Comitato assegna ogni anno e che nel 2019 era stato dedicato all’emancipazione femminile e alla lotta per la parità di genere. Le condizioni di partecipazione al premio “La società civile contro la Covid-19” sono disponibili su www.eesc.europa.eu.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy