Processioni religiose: mons. Muser (Bolzano), “dalla festa del Sacro Cuore nel rispetto di tutte le misure precauzionali anti-Covid previste”

Il vescovo di Bolzano-Bressanone Ivo Muser e il vicario generale Eugen Runggaldier hanno diffuso una nota a seguito della comunicazione giunta dalla Conferenza episcopale italiana riguardante il fatto che “le processioni religiose sono ripristinate nel rispetto di tutte le misure precauzionali anti-Covid previste”. In particolare, si legge , “va posta attenzione al distanziamento fisico di un metro, all’uso della mascherina a protezione di naso e bocca, all’igienizzazione delle mani”. I vertici della diocesi altoatesina raccomandano che l’allentamento relativo alle processioni trovi applicazione nelle parrocchie dalla Festa del Sacro Cuore.
Finora, sottolineano il vescovo e il vicario generale, “i fedeli si sono attenuti responsabilmente alle prescrizioni e per questo vanno ringraziati”. Mons. Muser e don Runggaldier ricordano inoltre che riguardo alle celebrazioni liturgiche “attualmente valgono in ogni caso tutte le disposizioni della Conferenza episcopale italiana come sono state comunicate. Le nuove disposizioni della Provincia autonoma di Bolzano non trovano applicazione nelle celebrazioni religiose ma valgono invece per altre attività svolte in parrocchia, come riunioni, assemblee, manifestazioni di ogni tipo”. I responsabili della Cei, conclude il comunicato, “sono costantemente in contatto con il Governo italiano per verificare quali allentamenti delle regole siano possibili prossimamente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy