Coronavirus Covid-19: Un Ponte Per (Ong), allestito il primo reparto Covid nel Nord Est della Siria

Reparto Covid ospedale Hassaké (Siria) (Ong Upp)

È stato attrezzato il primo reparto Covid-19 nel Nord Est della Siria. A organizzarlo l’ong “Un ponte per” con il suo principale partner locale nell’area, la Mezzaluna Rossa curda. Il reparto è ospitato nell’ospedale di Hassake, che da oggi avrà a disposizione 60 posti letto – che diventeranno presto 120 – tra terapia con ossigeno e sub-intensiva, prima inesistenti. Un grosso risultato in un territorio abitato da 3 milioni di persone e che, fino a prima di questo intervento, non poteva contare nemmeno su un posto di terapia intensiva. Sono in via di definizione, rende noto l’Ong, altri due reparti Covid in altrettanti ospedali. Qui verranno accolti pazienti con sintomi sospetti e i casi accertati, per evitare la diffusione del contagio in altre strutture ospedaliere. Attualmente Un Ponte Per gestisce oltre 15 tra ospedali e cliniche in questo territorio segnato dalla guerra che va da Raqqa ad Amhda, all’area di Al Hol fino a Kobane e in questo momento tutte le strutture ospedaliere sono concentrate nella lotta alla pandemia globale. L’Ong ha inoltre avviato una serie di sessioni di sensibilizzazione sull’igiene personale e sul distanziamento sociale attraverso anche il monitoraggio delle condizioni dei pazienti che lamentano sindromi respiratorie. Per sostenere il progetto: https://fundfacility.it/unponteper/siria-dalla-loro-parte

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy