Diocesi: Terni, domani il vescovo Piemontese pellegrino alla basilica di san Valentino per affidargli la città

Un pellegrinaggio spirituale dei ternani verso la basilica del patrono della città e dell’amore, san Valentino, nel tempo del coronavirus, per chiedere la protezione del santo, perché con il suo sguardo benigno possa intercedere presso il Signore per liberarci dal male che ci avvolge. Così domani, rappresentando l’intera comunità diocesana, il vescovo  di Terni-Narni-Amelia, mons. Giuseppe Piemontese, si farà pellegrino verso il colle dove si trova la basilica di San Valentino: qui celebrerà la messa prefestiva della domenica, ottava di Pasqua e della Divina Misericordia, alle 17, alla presenza del sindaco di Terni Leonardo Latini e di pochi ministri. Al termine, dal sagrato della basilica il vescovo impartirà la benedizione sulla città e sull’intera diocesi con le reliquie del patrono. La celebrazione e la preghiera saranno trasmesse dall’emittente televisiva Teleterni e dai canali You Toube e Facebook della diocesi. Riflettendo sull’isolamento imposto dall’epidemia da coronavirus, la paura del contagio, la sofferenza per la morte di tante persone care, la prospettiva di un futuro economico precario o di povertà, la proibizione di partecipare alle celebrazioni liturgiche, il presule osserva: “La fede nel Signore ci orienta alla speranza e a una prospettiva ottimistica. Vogliamo lasciarci illuminare dalla Parola di Dio e affidarci alla protezione dei nostri Santi, in particolare del nostro patrono san Valentino, che nei momenti difficili e di pestilenza ha fatto sentire la sua vicinanza e il suo patrocinio”. Di qui l’invito a tutti a “unirsi spiritualmente alla preghiera”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy