Coronavirus Covid-19: Cnb, “distribuzione vaccino si ispiri a principio equità e pari dignità di ogni persona. No a discriminazioni”

La distribuzione del vaccino anti-Covid si ispiri “al principio morale, deontologico e giuridico generale della uguale dignità di ogni essere umano e di assenza di ogni discriminazione, oltre che al principio integrativo della equità”. È quanto si legge nel parere del Comitato nazionale per la bioetica (Cnb) “I vaccini e Covid-19: aspetti etici per la ricerca, il costo e la distribuzione”, approvato nel corso della plenaria dello scorso 27 novembre e pubblicato oggi sul sito del Comitato stesso.
A fronte delle incertezze sui vaccini, il Comitato ritiene che i criteri anche etici per individuare le priorità di categorie “non possano in questo momento che essere tendenzialmente generali, da ulteriormente precisare in funzione delle nuove conoscenze scientifiche sul vaccino e della quantità di dosi inizialmente disponibili”. Tuttavia, ogni scelta di distribuzione deve richiamarsi “al principio morale, deontologico e giuridico generale della uguale dignità di ogni essere umano e di assenza di ogni discriminazione” e al principio “della equità, ossia della particolare considerazione di vulnerabilità per specifici bisogni”.
Devono “essere fatti tutti gli sforzi per raggiungere e mantenere una copertura vaccinale ottimale, non escludendo l’obbligatorietà in casi di emergenza”, afferma il Cnb auspicando la revoca di questo obbligo “qualora non sussista più un pericolo importante per la società”, e l’incoraggiamento all’adesione spontanea da parte della popolazione. Indispensabile “una informazione e comunicazione trasparente, chiara, comprensibile, consistente e coerente, basata su dati scientifici sempre aggiornati”, facendo attenzione a identificare “fonti di disinformazione e falsa informazione”. Raccomandata “una discussione multidisciplinare, che includa la riflessione etica”.
Il parere è stato curato dal presidente Lorenzo d’Avack e dal vicepresidente vicario Laura Palazzani, avvalendosi dei contributi di Cinzia Caporale, Silvio Garattini e Luca Savarino e di un’ampia partecipazione dell’intero Comitato.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy