Consulta nazionale antiusura: Bilancio 2021, l’anno scorso ci sono stati “5.454 ascolti, 970 posizioni istruite e 22.4640.153 erogati”

5.454 ascolti, 970 posizioni istruite e 22.4640.153 erogati. Sono alcuni dei dati che emergono dal Bilancio al 31 dicembre 2021, approvato dall’Assemblea ordinaria annuale della Consulta nazionale antiusura San Giovanni Paolo II. In 26 anni di attività le Fondazioni associate, che ad oggi sono 32, hanno effettuato 149.695 ascolti, istruito 23.629 posizioni ed erogato 495.120.097 euro. La crisi economica, aggravata dal Covid, e l’accelerazione dell’impoverimento della “middle class” aumentano il rischio di cadere nella trappola del sovraindebitamento e di una recrudescenza dell’usura, secondo la Consulta e le Fondazioni. In un contesto che produce nuove sacche di povertà materiale ed educativa, la Consulta nazionale e tutte le Fondazioni hanno dovuto aggiornare la propria forma giuridica, sancendo, nel nuovo Statuto, il proprio ruolo di “Rete associativa”. Inoltre, viene ricordato nel Bilancio, è stato adottato un Codice etico.
“I rapporti con la Cei, così come con la Caritas Italiana, sono stati caratterizzati da un dialogo costante ed attenzione reciproca, intensificati anche rispetto alle sfide che la Consulta e le Fondazioni sul territorio hanno vissuto soprattutto nel periodo della pandemia”, viene detto nel rapporto nel quale si ricorda che “uno dei frutti della rinnovata collaborazione con Caritas Italiana è stato il significativo contributo della Consulta nazionale per il Rapporto 2021 su povertà ed esclusione sociale” dal titolo “Oltre l’ostacolo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy