Referendum sostanze stupefacenti: Corte Costituzionale, inammissibile il quesito sulla depenalizzazione

La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile il quesito referendario relativo all’“Abrogazione di disposizioni penali e di sanzioni amministrative in materia di coltivazione, produzione e traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope”. Lo ha annunciato poco fa il presidente della Corte Costituzionale, Giuliano Amato, in conferenza stampa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy