A Sua Immagine: domani lo scrittore Roberto Saviano, “nei momenti più difficili mi è mancata la preghiera”

“La spiritualità ha sempre guidato la mia ricerca, pur riconoscendomi in un percorso materialista come formazione filosofica. Quando mi sono trovato nei momenti più difficili, che sono moltissimi, mi ha aiutato incontrare le pagine spirituali e mi è mancato non avere l’uso della preghiera. E i momenti più difficili non sono quelli in cui rischi la vita, che non mi hanno mai spaventato”. Così Roberto Saviano nel dialogo con don Davide Banzato, della comunità Nuovi Orizzonti, che andrà in onda nella puntata di domani di “A Sua Immagine”: “I momenti in cui sono stato pieno di sfiducia sono stati quando la mia credibilità è stata attaccata mediaticamente. Lì avrei voluto la fiducia e la preghiera, la ginnastica della preghiera. Perché ero nel totale panico. La morte cancella solo me: non la mia voce, il mio impegno, ciò che sono stato. Invece il fango cancella tutto: ti lascia in vita, ma ti svuota. Questo è il momento in cui mi sono aggrappato a quella che chiamo spiritualità, a una certezza: non può finire tutto nella crudeltà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy