Solidarietà: Udine, nella Libreria Paoline l’iniziativa “Un libro sospeso per i carcerati”

“Un libro sospeso per i carcerati”. Questa l’iniziativa promossa a Udine dalla Libreria Paoline, in collaborazione con la parrocchia Gesù Buon Pastore e l’Ordine francescano secolare d’Italia, per vivere una Quaresima di fraternità.
“L’idea del ‘libro sospeso’ per i detenuti – spiega una nota della diocesi di Udine – funziona come il ‘caffè sospeso’ a Napoli: nella città partenopea si va al bar, si prende un caffè e se ne pagano due, destinando il secondo a un bisognoso. Nel caso del libro sospeso, si entra in libreria, si acquista un libro in più e lo si lascia nella cesta dedicata (non dimenticando di scrivere una dedica). Saranno poi operatori e cappellani delle carceri a ritirare i libri donati e a consegnarli ai detenuti”. “Un libro – viene sottolineato – può aiutare a ritrovare la propria strada, a cambiare la vita? Perché no. Se non altro, può senz’altro aiutare ad ‘evadere’ e a vedere la propria vita sotto una nuova luce nei momenti difficili”.
L’iniziativa del “libro sospeso” proseguirà per tutto il periodo quaresimale, fino a Pasqua, domenica 4 aprile.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy